Sotto l’albero, il post

17 Dicembre 2010

Dentro IlPostSottol’Albero2010 c’è un post che metto qua senza chiedere il permesso.

Le stagioni delle feste

di Mod

L’innocenza. La bocca sporca di zucchero a velo, gli occhi scintillanti di gioia, le manine frenetiche che scartano pacchi regalo, l’euforia perché si resta svegli fino a tardi, Mary Poppins, ore ed ore di cartoni animati, mamma e papà che finalmente stanno in casa, le lucine intermittenti che fanno compagnia finché non sopraggiunge il sonno.

La ribellione. Non c’è nulla da festeggiare. Gesù Bambino e Babbo Natale sono la stessa persona e quella persona non è mai esistita. Solo un cumulo di bugie. I parenti insopportabili. I chilometri in macchina per raggiungere la casa madre. Gli screzi e i litigi un minuto prima di sedersi a tavola. Vado in camera mia. Lasciatemi stare. Esco.

La malinconia. Per l’innocenza perduta. I genitori che imbiancano. Vorrei abbracciarvi ma non lo so fare. Se avessi detto, o fatto. L’incapacità di chiedere scusa. Lo stomaco chiuso e le lacrime ricacciate in gola.

Il ritorno. Attraverso occhi bambini che una volta erano i miei e che in fondo lo sono ancora. Accettare che ogni Natale concesso oggi è un dono prezioso, perché potrebbe essere l’ultimo in cui ci siamo ancora tutti. Il perdono, soprattutto verso se stessi.

Non sono ancora tornata del tutto. Non me ne sono mai andata davvero.
Buon Natale.

(http://ai-mod.tumblr.com/post/2349644174)

Scritto da Reloj il 17 Dicembre 2010
Contiene Libri, vicini | Commenta

Commenta

Required fields are marked *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.