L’ingannevole uguaglianza dei fondi degli autobus

19 Novembre 2008

Quando sono sull’autobus e guardo il fondo dell’autobus pensando ad altro (perché di pensare al fondo dell’autobus si finisce in fretta), a un certo punto alzo lo sguardo per leggere che ora è e a che fermata siamo, che a Krakowskie Przedmiejście devo scendere. Invece non c’è scritto né l’ora né la fermata: mi ricordo di essere qua, allora guardo fuori dal finestrino. Quando vedo sulla destra un muro con scritto VOTO PP=SALARIO MINIMO, alla successiva devo scendere.

Scritto da Reloj il 19 Novembre 2008
Contiene ricordi | Commenta

Commenta

Required fields are marked *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.