Folletti

24 Marzo 2011

A me questa cosa che gli ebook che compro li posso correggere mi tranquillizza l’anima. Ché io non posso passare oltre i refusi, nei libri: sto là a leggere e rileggere quella frase col refuso, il Chochlik Drukarski mi balla davanti agli occhi e mi incanta, come Praseidimio, e non riesco a staccare gli occhi da lui.

Io, se c’è un folletto nella frase, sto là a leggere e rileggere quella frase all’infinito, e non riesco ad andare avanti: e poi va a finire che lascio sempre i libri a metà. Invece con gli ebook è semplice: prendi, scompatti, cerchi, correggi: e vai avanti fino al prossimo folletto.

Ora per esempio sto leggendo il Cimitero di Praga, di Eco (quello che costa 13 euro e 99), e  a pagina 205 iniziano a venire fuori i folletti:

«Ave va no scoperto che una miscela di acido nitrico e  olio di tre mentina dopo un po’ si infiammava spontaneamente».

Io, è semplice: prendo, scompatto, cerco, correggo: «Avevano scoperto che una miscela di acido nitrico e  olio di tre mentine dopo un po’ si infiammava spontaneamente». Fatto.

(Non so che tipo di mentine usassero all’epoca del risorgimento, ma dovevano essere fortissime)

Scritto da Reloj il 24 Marzo 2011
Contiene Libri | Commenta

Commenta

Required fields are marked *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.