Big fish

26 Aprile 2010

Di solito per non farmi fare cose pericolose mi raccontavano delle storie vere successe veramente a persone che conoscevo.

Per esempio: nella casa al mare di quando erano piccoli, diceva mio padre, gli abat-jour erano molto vecchi: degli anni sessanta, e le prese erano vecchie anche loro. Allora, diceva mio padre, non potevi stare spegni che ti riaccendo come con gli abat-jour normali: era pericoloso: perché quegli abat-jour vecchi erano già vecchi quando erano piccoli loro, negli anni sessanta: e una volta era successa questa strana storia che aveva coinvolto tutti i fratelli di mio padre, quando erano piccoli.

Mio zio piccolo stava là spegni che ti riaccendo con un abat-jour già vecchio: a un certo punto è rimasto attaccato: per via della corrente. Allora è venuta mia zia a cercare di staccarlo, gli ha preso la mano e si è attaccata pure lei: per via della corrente. Poi è venuto mio zio del mezzo, a cercare di staccarli, e si è attaccato pure lui: per via della corrente. Poi è venuta mia zia, a cercare di staccarli: e si è  attaccata pure lei, per via della corrente. Poi è venuto mio zio, secondogenito, a cercare di staccarli, e si è attaccato pure lui, e infine è venuto mio padre, a cercare di staccarli: e si è attaccato pure lui, per via della corrente e di una certa familiare mancanza di scaltrezza.

Alla fine il risultato è che c’era una catena di zii attaccati a un abat-jour, in silenzio, credo, perché non mi ricordo si parlasse di grida né contorsioni, quando è arrivato mio nonno, che è il Mussingallone* di questa storia, con un pezzo di legno li ha toccati e li ha staccati tutti salvando loro la vita.

***

Oppure, per esempio, e questa è un’idea più basica: senza raccontarmi nessuna storia, mettevano dei guanti neri di pelle per la Vespa nel primo scalino, e io non salivo sulle scale perché avevo paura di Darth Vader.

Scritto da Reloj il 26 Aprile 2010
Contiene ricordi | 3 commenti

Commenti (3)

Commenta

Required fields are marked *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.